DOLP'S STUDIO Forlì - BATANI SELECT HOTEL Milano Marittima

4a EDIZIONE
PREMIO INTERNAZIONALE
CINQUE STELLE AL GIORNALISMO
PALACE HOTEL Milano Marittima 25 aprile 2009

4a EDIZIONE 2009
2009

Premio “Cinque stelle al Giornalismo” quarta edizione

Nella splendida cornice del Palace Hotel di Milano Marittima, il prossimo 25 aprile, appuntamento con i maestri del giornalismo italiano. La capitale italiana del turismo premia gli operatori della comunicazione che si sono distinti nel loro lavoro ed hanno contribuito alla diffusione e conoscenza delle eccellenze che sostengono il nostro Paese.
Anche quest'anno Milano Marittima si conferma enclave culturale della Romagna portando, in riva all'Adriatico, i professionisti dell'informazione che maggiormente hanno conseguito meriti nel difficile campo della comunicazione. Emilio Carelli direttore SKY TG 24; Massimo Mignanelli inviato Tg1; Andrea Monti direttore del settimanale “Oggi”; Cristina Parodi conduttrice TG 5; Stefan Ulrich inviato Sueddeutsche Zeitung e Pierluigi Visci direttore “QN”, sono stati scelti dalla giuria del premio internazionale “Cinque stelle al Giornalismo”, edizione 2009, come meritevoli di ottenere il riconoscimento. L'Ordine Nazionale dei Giornalisti ha inteso, inoltre, assegnare un riconoscimento alla Scuola di Giornalismo di Bari per l'impegno volto alla formazione dei nuovi professionisti della comunicazione.  Sabato 25 aprile prossimo si rinnoverà, dunque, l'appuntamento con il premio “Cinque stelle al Giornalismo”, organizzato da Select Hotels Collection, la prestigiosa catena alberghiera di cui è titolare Antonio Batani, in collaborazione con A.P.T. Emilia Romagna, il contributo di Bartorelli Gioiellerie, Banca Popolare di Ravenna e la collaborazione di Mario Baldassari. Giunta alla quarta edizione, la manifestazione si terrà, come di consueto, al Palace Hotel di Milano Marittima. Il premio “Cinque stelle al Giornalismo” vuole premiare quegli operatori della comunicazione che si sono distinti nel loro lavoro, per aver contribuito alla diffusione e conoscenza delle eccellenze economico - sociali che sostengono lo sviluppo del nostro Paese. Milano Marittima, capitale del turismo nazionale ed europeo, è una città di fondazione che, in 100 anni di vita, ha saputo guadagnarsi un posto nella ristretta elite della ricezione turistico alberghiera. Se, dunque, la cittadina romagnola è una località a “cinque stelle”, perchè non far giungere, in riva all'Adriatico, quei professionisti dell'informazione che hanno raggiunto livelli di assoluta eccellenza nel gradimento dei lettori e nelle graduatorie di merito sociale? Una domanda alla quale si è data concreta risposta istituendo il Premio “Cinque stelle al Giornalismo”. Facile intuire, allora, come la manifestazione sia nata dalla precisa volontà di premiare chi meglio opera nel campo della comunicazione, tenendo conto che Milano Marittima rimane un punto di riferimento per il tempo libero ed il turismo. Select Hotels Collection ha voluto, pertanto. coniugare all'aspetto, legato al divertimento, anche un momento culturale, proponendo l'iniziativa come momento di riflessione e di valutazione dell'eterogeneo mondo del giornalismo. Impegnativo il compito della giuria, presieduta da Lorenzo Del Boca, presidente dell'Ordine Nazionale dei Giornalisti e composta da Ruben Razzante, docente all'Università Cattolica di Milano; Antonio Batani, titolare Select Hotels Collection; Lina Pupino e Vanni Dolcini di Dolp's Studio, Roberto Zoli, Presidente del Circolo della Stampa di Forlì Cesena, che ha  esaminato un  composito elenco di nominativi e tra questi ha scelto i sei campioni cui assegnare i riconoscimenti. In un momento di palese difficoltà dell'economia, la comunicazione rimane un elemento primario per la circolazione delle idee e delle proposte. E' per questo motivo che a Milano Marittima  si è istituito il Premio, riconoscendo i meriti professionali di chi ha saputo cogliere, elaborare e trasmettere le indicazioni, le tendenze e le istanze provenienti dalle varie realtà sociali ed istituzionali.


QN Il giorno Il resto del carlino La nazione